Come pianificare una società estera senza imbattere nella esterovestizione?

Che cos’è la esterovestizione e come evitarla: 

 

Gli italiani sono incentivati ad aprire una societa` all’estero  per la presenza di una burocrazia più snella ed efficiente nei paesi esteri e soprattutto per un regime fiscale più agevolato.

 

 

Aprendo una società all’estero senza una buona pianificazione si potrebbe cadere nella cosiddetta esterovestizione. Ma cos’e˙ la esterovestizione?

 

Pratica diffusa, la cronaca ci parla spesso di frodi fiscali in tal senso, l’esterovestizione – “vestire” una società come se fosse estera – è la fittizia localizzazione della residenza fiscale di una società all’estero, in particolare in un Paese con trattamento fiscale più vantaggioso di quello nazionale, al fine di sottrarsi al più gravoso regime nazionale. (Cassazione civile, Sez. Trib., n. 2869 del 7 febbraio 2013). Inoltre ai sensi dell’art. 73 TUIR, infatti, si considerano residenti le società e gli enti che per la maggior parte del periodo di imposta hanno la sede legale o la sede dell’amministrazione o l’oggetto principale nel territorio dello Stato.

 

Per stabilire correttamente l’Esterovestizione societaria bisogna considerare soprattutto il concetto di residenza fiscale della società. Se una società è residente in Italia si valuteranno i seguenti fattori alternativi:

Sede legale;

Sede amministrativa;

L’oggetto sociale;

Se si concretizzerà solo uno di questi fattori, il fisco considererà  che la società sia italiana.

Possiamo dire, quindi, che se l’Atto Costitutivo estero stabilisce all’Estero la sede legale di una società, questa sarà considerata residente nel territorio dello Stato italiano se la sua amministrazione avviene in Italia. Viceversa, data per scontata la sede estera e anche l’amministrazione, sarà da verificare lo svolgimento dell’oggetto sociale, cioè il flusso commerciale.

L’Imprenditore deve pianificare al meglio il suo piano di spostamento della società`.  I punti chiavi da tener presenti nella pianificazione sono i seguenti:

AMMINISTRAZIONE

GESTIONE FINANZIARIA

RESIDENZA AMMINISTRATORE E MANAGER

POTERI DECISIONALI

FLUSSO E SVOLGIMENTO DEL BUSINESS

AUTORIZZAZZIONI LOCALI ESTERE

Dunque, per non imbattere nella esterovestizione bisogna pianificare precisamente l’iter di costituzione, dello spostamento e del procedimento futuro. Non basta avere la sede estera per essere una società estera.

 

Per maggiori informazioni mandate un e-mail a info@taxofia.com .

 

 

 

 

Privacy